PC Lenovo Yoga 520 14-ikb, con 256 Gb di SSD, 8 Gb di ram e display FullHD da 14"

Lenovo Yoga 520-14IKB, convertibile 256 GB SSD e 8 Gb di Ram

Prodotto Huawei Mediapad M3 Lite 10 " con 32 Gb di memoria espandibile

Huawei Mediapad M3 Lite 10 ” con 32 Gb di memoria espandibile

Recensione Lenovo Yoga 520-14ikb

Il Lenovo Yoga 520 è un notebook 2in1 di fascia media del 2017; bello, veloce e comodo da usare.

Un ottimo prodotto veramente e dalle caratteristiche avvincenti. Abbina la versatilitù di un PC portatile di peso basso alla possibilità di trasformarlo in un tablet dalle grandi potenzialità

Unboxing ed impressioni sui materiali

Nella confezione troviamo oltre al portatile un foglio di istruzioni rapide (anche in italiano) ed il caricabatterie (45 Watt 20V 2.25A).

Il dispositivo è largo 32,8cm profondo 23,2cm e spesso 1,5cm per un peso pari a 1,7kg; il telaio è solido e sembra essere interamente in metallo (in alcune videopreview dicono plastica, ma a me non sembra).

Questo modello monta un processore Intel Core i5 7200u con grafica integrata HD620 abbinato ad 8GB di RAM DDR4 e 256GB di SSD PCIe (Samsung) il tutto mosso da Windows 10.

Nella parte sinistra a scalare verso il basso troviamo: l’uscita jack da 3,5mm, 1 hdmi, 1 uscita usb3.0 ed una Type-C; sul lato opposto abbiamo una RJ45, un’altra usb 3.0 (permette anche di ricaricare altri dispositivi), un lettore di schede SD ed infine il tasto di accensione (illuminato).

Foto frontale del PC portatile Lenovo Yoga 520 14-ikb

Foto frontale del PC portatile Lenovo Yoga 520 14-ikb

Recensione portatile Lenovo Yoga 520 14-ikb – 14″, 256 Gb SSD, 8 Gb ram

Impressioni tecniche

Sul lato connettività è presente il Wi-Fi 802.11 a/c ed il Bluetooth 4.1.
Le prestazioni sono ottime, infatti il portatile è sempre veloce nell’uso standard (navigazione internet, pacchetto office, musica, ecc) ma un impuntamento neanche con Lightroom o programmi simili.

Ho provato anche a far partire qualche gioco come ad esempio la demo di Fifa 18 che gira discretamente a patto di mettere i dettagli al minimo e settare la risoluzione 720p con un frame rate costante ma che non supera i 25fps. Discorso diverso invece per i giochi più leggeri come i vari indie o giochi 2d, questi girano senza problemi anche a risoluzione 1080p; ho provato Plants vs Zombies, Heartstone, Rayman, Figment senza incorrere in rallentamenti o crash, in quanto richiedono poca potenza per essere gestiti (chiaramente se volete una macchina da gioco dovrete puntare su portatili con schede grafiche dedicate).

Il display è da 14” Full-HD IPS “glossy” con cornici ridotte sui lati destro/sinistro (1,5cm per lato) mentre sopra siamo a 2cm (presente anche la fotocamera) e sotto 3cm. La luminosità è buona infatti si arriva fino a 225 cd/m² al centro, quindi in casa potrete benissimo abbassarla al 50% per risparmiare batteria; ho provato anche a fare la calibrazione con sonda ed ho ottenuto una copertura sRGB pari al 55,4% un risultato in linea con altri prodotti della stessa fascia di prezzo (vedi Acer Swift 3) che non lo rende particolarmente adatto per un uso fotografico professionale.

In ogni caso lasciando da parte i dati posso dire che è un buon display e non ne rimarrete delusi.

Essendo un 2in1 il display è anche touchscreen con supporto al digitalizzatore attivo e grazie alle 2 cerniere, che permettono di capovolgere completamente il display (rotazione massima di 360°), lo rendono davvero comodo da utilizzare in modalità tablet. Esse sono solide e dure, quindi non sarà possibile aprirlo con una sola mano, il che può essere considerato un vantaggio (più resistenza nel tempo) o uno svantaggio (più macchinoso aprirlo).

Come ho scritto precedentemente lo Yoga 520 ha il digitalizzatore attivo, questo significa che potrete usare le penne attive; Lenovo ha da poco fatto uscire la “Lenovo Active Pen 2” (GX80N07825) che supporta fino a 4096 livelli di pressioni (che sono tanti) la quale da una marcia in più nel ambito artistico e lavorativo (qui prendere appunti è favoloso e si avvicina abbastanza allo scrivere su carta come fluidità di scrittura. C’è una pecca però, la penna non è in dotazione ma bisogna comprarla a parte, per ora solo sul sito Lenovo, e costa la bellezza di 80€ più spedizioni.

La sezione audio è curata da Harman; sono presenti 2 altoparlanti stereo posti sotto il dispositivo, uno a destra ed uno a sinistra ed hanno una qualità discreta, un po’ come tutti i portatili, c’è da dire però che i volume è abbastanza alto. Ho rilevato che oltre al 70% l’audio inizia a gracchiare o vibrare, ma questo succede solo se terrete il portatile nella posizione classica di un notebook, mentre se lo girate oltre i 180°, con gli altoparlanti rivolti verso l’alto,non avrete questo problema.

Passiamo ora alla tastiera che è retroilluminata con 3 modalità (spenta, accesa normale e accesa con un illuminazione leggermente più alta), ha una corsa dei tasti ridotta ed è distante 9,5cm dal estremità bassa quindi avrete anche un ampio spazio per appoggiare i palmi delle mani. Il touchpad è in plastica (suppongo) ma il dito scorre benissimo senza mai perdere colpi, ha una larghezza di 10,5cm ed una profondità di 7cm.

La batteria presente è da 35 Wh piccola, ma si ottengono comunque buoni risultati, non ho dati alla mano perché lo sto usando da pochi giorni, ma in media penso si raggiungono le 4/5 ore di autonomia con un utilizzo standard (navigazione internet assieme a lightroom,skype, office,ecc) mentre per la visione di video su Youtube, Netflix,Prime video,ecc si dovrebbe raggiungere le 6/7 ore.

Entrate ed uscite del PC portatile Lenovo Yoga 520 14-ikb

Entrate ed uscite del PC portatile Lenovo Yoga 520 14-ikb

Conclusioni

Che dire, alla fine io sono rimasto soddisfatto da questo Yoga; è veloce, bello, supporta la penna attiva, ha un display buono, è solido ed è quasi sempre muto (la ventola si attiva solo sopra i 43°, nell’utilizzo standard si sta sempre sui 35/38°) e non scalda mai. Peccato per la penna che bisogna acquistarla a parte.

Prezzo di listino di questa configurazione 899 €, essendo ora in offerta a 699 €, quindi ben 200 euro in meno, direi che è veramente un ottimo affare!

Prodotto Huawei Mediapad M3 Lite 10 " con 32 Gb di memoria espandibile

Huawei Mediapad M3 Lite 10 ” con 32 Gb di memoria espandibile

Test, recensione del tablet Android Huawei mediapad M3 Lite 10

Tablet Android Huawei Mediapad M3 Lite 10

Avevo bisogno di spazio così ho eliminato il pc desktop ed ho comprato un portatile… poi mi sono reso conto che ogni volta che la batteria si scaricava dovevo collegare quel lungo ed ingombrante cavo con trasformatore annesso ed è finita per avere un portatile perennemente in valigetta riposta nell’armadio…così alla fine mi sono deciso e dato che l’unica cosa che faccio con dispositivi simili alla fine è Scrivere scrivere scrivere, ho preso un tablet!

La scelta, dopo una ricerca approfondita per non incombere in spese eccessive ma nemmeno troppo basse con conseguente qualità scadente, è ricaduta sul tablet di casa Huawei: Huawei MediaPad M3 Lite 10.

Unboxing ed impressioni sui materiali

Partiamo subito con il dire che Huawei ha da sempre fatto dell’eleganza il suo marchio di fabbrica. Ed anche questa volta l’impatto è stato lo stesso.

Confezione minimalista bianca, con Huawei impresso al centro, con un senso di pulito classico di questo tipo di confezionamento. Aperto lo scatolo, imbustato in una bustina sottile satinata(anche questa elegante, tocco voluto il satinato ovviamente) trovo il tablet, estratto il dispositivo ci sono all’interno dello scatolo altre due insenature con all’interno il caricabatterie Huawei da 5V/2A e istruzioni d’uso con garanzia.

Inutile dire che l’alluminio fa sempre la sua bella figura, color acciaio satinato da dietro con un filo di bordo plastico satinato tutt’intorno allo schermo che comprende tutta la parte frontale del tablet(anche se un paio di cm tutto a giro non fanno parte dello schermo vero e proprio ma fanno solo da cornice). Sul retro troviamo semplicemente il simbolo Huawei con in alto la fotocamera(non è compresa di Flash, dato piùttosto negativo anche se in un tablet diciamo che se ne potrebbe fare a meno).

Sul fronte a parte appunto lo schermo troviamo il sensore per il rilevamento delle impronte digitali e sempre in alto, questa volta in zona centrale, la fotocamera, anche qui priva di flash.

Sulla cornice, in basso ed in alto, troviamo addirittura 4 altoparlanti che, come scopriremo più avanti, ci faranno vivere la visione dei nostri file video\audio preferiti come con nessun’altro dispositivo simile. 460 grammi con soli 7.1 mm di spessore

Unboxing del tablet Huawei Mediapad M3 Lite da 10 pollici

Unboxing del tablet Huawei Mediapad M3 Lite da 10 pollici

Recensione tablet Huawei Mediapad M3 lite – Android

Impressioni tecniche

I 3 GB di RAM e i 32 GB di memoria interna (anche se espandibili tramite micro-sd fino a 128 gb) non sono proprio il top per un tablet, ma come scopriremo alla lunga non avvertiremo grossa difficolta nel muoverci all’interno del dispositivo tra app, internet, video ecc ecc.

il processore è uno Snapdragon 435 che non è sicuramente tra i migliori però fa il suo, considerando anche la fascia di prezzo in cui è incluso questo tablet(che ricordiamo è la versione lite, il suo prezzo oscilla tra i 230€ ed i 260€ nel momento in cui scrivo). È un processore octa core da 1,4 GHz con GPU Adreno 505.

Il dispositivo da noi testato comprende Wi-Fi ac a doppia banda, il Bluetooth 4.0. In commercio esiste anche la versione con connettivita Lte con un costo ovviamente superiore.

Le fotocamere sono entrambe da 8 megapixel e permettono di scattare foto discrete. La mancanza del flash come citato sopra è un dettaglio non da poco conto se decidiamo che questo debba diventare il nostro fotografo personale, quindi non lo consiglierei per quell’utilizzo. I video vengono registrati in Hd, il display è un 10 pollici IPS con risoluzione di 1920 x 1200 pixel che ci ha permesso di poter utilizzare qualsiasi applicativo, compreso tra giochi, video, foto e player vari anche on line, senza mai incombere in problemi di dimensione o forma dell’immagine. Quindi da questo punto di vista la scelta di renderlo uno schermo in un certo modo “universale” per ogni tipo di applicativo si è rivelata vincente.

La navigazione è rapida, e solo di rado si avverte un piccolo rallentamento del sistema dovuto probabilmente alle caratteristiche tecniche di cui abbiamo parlato. Sono riuscito ad installare ed utilizzare svariate app anche mantenendole aperte tutte insieme nello stesso momento.

C’è anche la possibilità di bloccare, tramite un opzione, l’intero sistema lasciando libere solo applicazioni per bambini senza il timore che possano danneggiare o incombere in contenuti vietati ai minori ma ormai alla portata di tutti su internet.

Il lettore di impronte digitali può essere utilizzato anche per gesture per la navigazione e l’utilizzo del dispositivo, eliminando così i tasti sullo schermo.

La batteria da 6600 mAh mi ha stupito per la durata, infatti il tablet è così ben ottimizzato da consumar poco e da farci arrivare a fine giornata tranquillamente con ancora autonomia, tanto da poterlo utilizzare anche il giorno seguente.

Prodotto Huawei Mediapad M3 Lite 10 " con 32 Gb di memoria espandibile

Prodotto Huawei Mediapad M3 Lite 10 ” con 32 Gb di memoria espandibile

Conclusioni

Non è un iPad, bisogna darne atto, ma fa il suo. Non avrete grossi problemi a trascorrere i vostri momenti social e di relax con questo tablet.

E sicuramente lo spazio occupato prima da un desktop e il disordine che può creare un caricatore per portatili sarà solo un lontano ricordo.

Consiglio a tutti gli effetti questo dispositivo. Per il prezzo a cui viene offerto vale la pena farci più di un pensierino.