Drone Parrot Anafi con videocamera HDR e 4k

Dove acquistare il drone online?

Recensione drone professionale 4K Parrot Anafi

Parrot è uno dei marchi più famosi legati al mondo dei droni.

Oggi vi parliamo di Parrot Anafi (così si chiama), un modello di drone con videocamera HDR in 4k, quindi registra a risoluzione ultra HD con gimbal ed inclinazione fino a 180 gradi.

Un gioiello da mezzo stipendio (per le persone comuni), significa che costa più di 500 euro ma che probabilmente vale ogni centesimo speso.

Certo è un drone che raccoglie favori da chi è esperto nel settore e sopratutto lavora con questi oggetti costosi. Vediamo com’è andata!

Valigetta per il trasporto del drone Parrot Anafi professionale

Unboxing ed impressioni sui materiali

All’interno della valigetta per il trasporto troviamo i seguenti accessori:
  • drone anafi
  • Parrot skycontroller
  • microSD da 16 Giga byte
  • un cavo da USB-A ed un USB-C
  • 8 Pale di elica aggiuntive
  • uno strumento di montaggio
A livello di materiali ovviamente non c’è nulla da dire, in quanto Parrot utilizza tecnologie avanzate e rilascia droni di alta qualità. Anche il solo fatto di fornire ben 8 eliche sostitutive ci fa capire la serietà di questa azienda.

Appena aperto il telecomando si accende, inseriamo lo smartphone (dopo aver installato ff6), colleghiamo il cavo usb e l’app parte automaticamente, dopo qualche secondo si collega allo smarphone, ora apriano il drone e lo accendiamo, servono circa una decina di secondi per la procedura di avvio, si settano gli assi del gimbal e subito dopo il drone si collega al telecomando e dallo smartphone vediamo dalla cam di Anafi.

In teoria ora siamo pronti al decollo ma io consiglio per le prime volte di impostare la velocità di movimento bassa in modo tale da avere tempo per correggere eventuali errori di guida.

L’app FF6 è completissima con la possibilità di molti settaggi (servirebbe una recensione a parte) e in continuo miglioramento, la risoluzione video del drone è FullHD a 30 frame, FullHD a 60 frame, 2k (ultimo aggiornamento firmware) e 4k 30 FPS, inutile dire che consiglio la FullHD che è più sufficiente.

Recensione drone professionale Parrot Anafi con videocamera HDR 4K

Impressioni tecniche

Prima del decollo accertarsi che il drone abbia agganciato il GPS, questo è fondamentale altrimenti in caso di perdita di segnale e batteria scarica o perché lo abbiamo perso di vista non riuscirebbe a tornare al punto di partenza.

Per farlo partire basta prenderlo in mano premere il pulsante e l’app vi farà vedere cosa fare in pratica basta lanciarlo e lui inizierà a galleggiare in aria.

Con gli ultimi aggiornamenti il drone è stabile (prima era leggermente ballerino), i movimenti risultano fluidi e il pilotaggio molto semplice, dalla app si può impostare la modalità sport (molto veloce e scattosa) o la modalità film, quest’ultima molto adatta alle riprese, sempre nella app ci sono molti modo di volo come far seguire un oggetto, oppure andare in un punto sulla mappa o addirittura creare voli sempre dalla mappa impostando altitudine velocità e dove far puntare la cam insomma le modalità di volo sono molte e tutte funzionali e divertenti.

Il drone utilizza una sua rete wi-fi per collegarsi al telecomando, la potenza di questo segnale in europa è limitato per legge. Parrot dice che negli stati europei il drone arriva fino ad una distanza di 500 metri, io sono riuscito a fare 350 metri, ma il wifi è un segnale disturbato da molti fattori forse in un altra zona ci si arriva, cmq lo trovo sufficente per fare video, inoltre per la legge italiana se siamo sprovvisti di patentino è consentito solo fare 200 metri e massimo 70 di altezza e il drone va volato a vista quindi va bene così, alla massima potenza teoricamente si potrebbe arrivare a 3 km, ci sono modi per attivare l’fcc mode ma è illegale.

Passiamo ora alla parte più bella e cioè i video generati, sono fantastici bei colori una stabilità impressionante (sembrano riprese fatte su cavalletto), dieci minuti di registrazione in FullHD occupa cirva 1 Gb, in 4k è attivabile anche la funzione HDR ma secondo me genera colori finti, inoltre ha uno zoom fino a 3x senza perdita di dettaglio, lo zoom è comodissimo. In modalità foto fa dei bei scatti ma la killer application sono i video.

La batteria fa stare il volo l’Anafi per 25 minuti veri, autonomia ottima, il drone è molto silenzioso e a 15 metri è difficile sentirlo e non infastidisce molto.

L’altezza del ritorno a casa è impostabile (ultimo aggiornamento) e ogni giorno diventa sempre più completo.

Valigetta per il trasporto del drone Parrot Anafi professionale

Conclusioni

Il prezzo di questo prodotto si aggira intorno ai €600, che chiaramente non è adatto a tutte le tasche. È anche vero che se stiamo cercando un drone ad alta qualità, che effettua registrazioni professionali con tecnologia HDR 4k, non possiamo pretendere di spendere €100.

La qualità del prodotto, la qualità video, la silenziosità del drone, la durata della batteria rendono Parrot Anafi uno dei migliori prodotti che abbia testato. Qualora invece siete alla ricerca di un drone economico per effettuare le prime prove di volo, le prime registrazioni Allora non è sicuramente il prodotto per voi.

Tante qualità e tanta professionalità per Parrot.

  • Valutazione di AiTeq

I migliori droni economici

Admin

Esperto in Web Marketin, SEO ed appassionato della scrittura per il web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.